Come rigeneriamo

Che si tratti di una stampante, di un copiatore o di una cartuccia toner, in Sapi la rigenerazione del prodotto è un vero e proprio lavoro a regola d’arte. Una serie di fasi e procedure disciplinano il processo produttivo, affidate a persone qualificate che ne garantiscono la qualità. Nella fase iniziale dello sviluppo di un prodotto, vengono stabiliti dei parametri oggettivi di riferimento a partire dalle rilevazioni effettuate sul prodotto nuovo e originale, testato per un intero ciclo di vita. I valori risultanti di durata e qualità guideranno la scelta dei materiali di sostituzione (polveri, tamburi, parti di ricambio, ecc) che verranno poi testati analogamente. Le rilevazioni sull’originale e sulle componenti di sostituzione vengono condotte in ambienti sottoposti a temperatura ed umidità controllate e verificate anche in condizioni climatiche estreme.

Come rigeneriamo le cartucce

La rigenerazione

“Esiste un solo pianeta Terra, eppure da qui al 2050 il mondo consumerà risorse pari a tre pianeti”

Per questo l’Europa ha scelto di dotarsi del Green Deal, un piano d’azione per l’economia circolare che stabilisce un programma orientato al futuro, per costruire un’Europa più pulita e competitiva. A questo ambizioso progetto tutti sono chiamati a collaborare: gli operatori economici, i consumatori, i cittadini e le organizzazioni della società civile.

L’estensione dell’economia circolare dai precursori agli operatori economici tradizionali contribuirà in modo significativo al conseguimento della neutralità climatica entro il 2050.

Il Piano prevede una progressiva dissociazione della crescita economica dall’uso e dallo sfruttamento delle risorse,accelerando la transizione verso un modello di crescita rigenerativo che restituisca al pianeta più di quanto prenda.

L’economia circolare fornirà prodotti di elevata qualità, funzionali, sicuri, efficienti e economicamente accessibili, che durano più a lungo e sono concepiti per essere riutilizzati, riparati o sottoposti a procedimenti di riciclaggio di elevata qualità.

Tra i principi di sostenibilità che verranno imposti ci sono:

  • la possibilità di rifabbricazione e di riciclaggio di elevata qualità;
  • la riduzione del carbon footprint e dell’ambientale;
  • la limitazione dei prodotti monouso e la lotta contro l’obsolescenza prematura;
  • l’introduzione del divieto di distruggere i beni durevoli non venduti;

Le vendite dei consumabili da stampa laser in Europa Occidentale si aggirano intorno ai 60 milioni di pezzi, per i prodotti inkjet invece, nella stessa zona, le vendite sono stimate in un consumo di circa 200 milioni di pezzi.

Per quanto riguarda il mercato italiano si stima un consumo di cartucce laser di 7/8 milioni di pezzi e di cartucce inkjet di 28 mln di pezzi.

In base alla tecnologia di stampa, il mercato si divide in laser e inkjet, dominato dai produttori originali che coprono l’85% delle vendite; il prodotto alternativo non supera quindi il 15%.

Almeno i 2/3 dei prodotti alternativi proviene da compatibili di nuova produzione cinese, permettendoci di affermare che più del 95% di questo mercato è composto da prodotti nuovi.

Il prodotto cinese infrange in buona parte i brevetti dei produttori originali, costruiti con la logica di minimizzare i costi utilizzando materiale di scarsa qualità (e spesso ai limiti della legalità). Ne conseguono spesso prestazioni insoddisfacenti che alimentano il problema dei rifiuti. Infatti, mentre una cartuccia originale potrebbe essere raccolta e riutilizzata, abbandonando il suo stato di “rifiuto” e cominciando un nuovo ciclo di vita, il prodotto compatibile è single-use. Questo è dovuto il più delle volte all’utilizzo di materiali scadenti ed in ogni caso non omogenei e va in contrasto con quanto affermato dalla legislazione italiana ed europea, che predilige invece il riutilizzo dei prodotti.

Come si arriva a lanciare una nuova cartuccia sul mercato? Questo è il ruolo affidato al reparto tecnico di ricerca e sviluppo, che all’interno di Sapi si dedica proprio alla messa a punto di nuovi prodotti certificati.

Prima di giungere al risultato definitivo il reparto produce articoli test, combinando materiali differenti. Una volta definita la combinazione migliore che restituisce la qualità più alta, il prodotto viene sottoposto ai test di densità, adesione, resa e uniformità. I risultati sono confrontati con quelli dell’originale e, se ritenuto idoneo, Sapi lo metterà in produzione inserendolo nella sua gamma di prodotti.

L’industrializzazione del prodotto è il cuore del sistema. Nella prima fase di analisi e progettazione bisogna stabilire quali parti dovranno essere sostituite e con quali materiali alternativi, cercando le combinazioni che diano i risultati migliori. Tecnici specializzati mettono a punto il prodotto, insieme al responsabile di linea, all’interno di un laboratorio attrezzato con microscopi, bilance di enorme precisione, densitometri.

Ogni prodotto che esce dalle nostre linee viene lavorato partendo da una scheda tecnica di produzione specifica per ogni modello. Questa procedura è il risultato della ricerca e dello sviluppo che i nostri tecnici affrontano per ogni nuova referenza, che si conclude con una fase di test prima del confezionamento.

Questo complesso e preciso processo aziendale è garanzia di un elevato standard di qualità.

Cerchiamo di essere affidabili come gli originali:

  • nel processo che porta alla messa a punto di ogni prodotto;
  • attraverso il controllo di qualità: testiamo l’80% di tutti i chip;
  • fornendo un servizio post-vendita al consumatore.

Rinforziamo le caratteristiche ecologiche:

  • EPD
  • LCA

Dalla tecnologia al marketing:

tecnicamente all’avanguardia, cerchiamo di essere il più vicino possibile agli utilizzatori.

Cerchiamo di trovare il giusto equilibrio tra efficacia ed efficienza, per competere con le nazioni a basso costo del lavoro:

  • abbiamo sviluppato attrezzature specifiche per aumentare l’efficienza nella produzione;
  • per aumentare efficacia ed efficienza abbiamo specializzato i nostri impianti per tecnologia e gruppi di prodotti;

Investiamo sulle nostre persone:

tutti coloro che lavorano in Sapi hanno accesso a un programma di formazione continua, con la possibilità di continui scambi tecnici all’interno dei gruppi di produzione. La nostra forza lavoro è stabile e con un’esperienza di lunga data (le persone entrano nell’azienda e crescono professionalmente al suo interno).

Le fasi di lavorazione

Per l’ottenimento della massima qualità, è fondamentale il controllo totale di tutte le fasi della lavorazione. I passaggi sono molti e richiedono un’accurata supervisione, vediamo quali sono:

1_Il punto di partenza è la raccolta di cartucce esauste
2_Dopo la raccolta avviene il controllo e divisione dei prodotti recuperati, che vengono separati in veri rifiuti e materia prima
3_Le cartucce, per ri-diventare nuove, passano in produzione dove avvengono: smontaggio, pulizia e separazione delle parti da scartare e da conservare
4_È il momento della lavorazione ad hoc in base al tipo di prodotto
5_Riassemblaggio del prodotto: vengono rimontate le parti controllate, pulite e ritenute ancora idonee e inserite le parti nuove
6_Test dei prodotti, analizzati uno per uno
7_Se il test viene superato, i prodotti vengono etichettati, confezionati e posti a magazzino pronti per la vendita
Previous
Next
Rispetto alla produzione dell’originale, il processo di ri-produzione è indubbiamente più labour-intensive: per ottenere un elevato livello qualitativo bisognerà effettuare un test per ogni singola cartuccia anziché su base campionaria come avviene per l’originale, che utilizza solo parti nuove. Ad una lavorazione qualificata e standardizzata corrisponde una difettosità molto bassa, a volte anche migliore degli stessi originali.
Con una cartuccia ricondizionata si risparmia

Acquistare una cartuccia Sapi significa fare una scelta responsabile nei confronti dell’ambiente e delle persone; vuol dire impegnarsi per cambiare oggi e vivere meglio domani.

Se per produrre una cartuccia nuova servono circa 4 litri di petrolio, per rifabbricarne una si possono ottenere risparmi energetici fino all’80%, con conseguenti riduzioni delle emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Un ulteriore elemento di risparmio e riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’aria è dato dalla diminuzione del trasporto di materie prime.

  • Perché comprare una cartuccia ricondizionata vuol dire fare una scelta etica e sostenibile;
  • Perché produciamo in Italia;
  • Perché il prodotto Sapi garantisce un’alta definizione delle stampe, con prestazioni di qualità pari al prodotto originale e in più nel pieno rispetto dell’ambiente;
  • Perché ogni nostro prodotto è garantito da certificazioni costanti che verificano il livello qualitativo;
  • Perché i prodotti Sapi possono essere personalizzati in base alle esigenze specifiche del cliente.

Guarda il video

Abbiamo racchiuso la storia di Sapi anche in un video: potrai vedere chi siamo e come lavoriamo quotidianamente per fornirti un prodotto di qualità ed altamente sostenibile.

Come rigeneriamo le stampanti

La rigenerazione

“Esiste un solo pianeta Terra, eppure da qui al 2050 il mondo consumerà risorse pari a tre pianeti”

 

Per questo l’Europa ha scelto di dotarsi del Green Deal, un piano d’azione per l’economia circolare che stabilisce un programma orientato al futuro, per costruire un’Europa più pulita e competitiva. A questo ambizioso progetto tutti sono chiamati a collaborare: gli operatori economici, i consumatori, i cittadini e le organizzazioni della società civile.

L’estensione dell’economia circolare dai precursori agli operatori economici tradizionali contribuirà in modo significativo al conseguimento della neutralità climatica entro il 2050.

Il Piano prevede una progressiva dissociazione della crescita economica dall’uso e dallo sfruttamento delle risorse,accelerando la transizione verso un modello di crescita rigenerativo che restituisca al pianeta più di quanto prenda.

L’economia circolare fornirà prodotti di elevata qualità, funzionali, sicuri, efficienti e economicamente accessibili, che durano più a lungo e sono concepiti per essere riutilizzati, riparati o sottoposti a procedimenti di riciclaggio di elevata qualità.

Tra i principi di sostenibilità che verranno imposti ci sono:

  • la possibilità di rifabbricazione e di riciclaggio di elevata qualità;
  • la riduzione delle impronte carbonio e ambientale;
  • la limitazione dei prodotti monouso e la lotta contro l’obsolescenza prematura;
  • l’introduzione del divieto di distruggere i beni durevoli non venduti.

I rifiuti delle apparecchiature elettriche ed elettroniche continuano a costituire uno dei flussi in più rapida crescita nell’UE, con un tasso annuale pari attualmente al 2%. Si stima che nell’UE meno del 40 % dei rifiuti elettronici sia riciclato, con una conseguente perdita di valore quando i prodotti, del tutto o in parte funzionati, vengono eliminati perché non si possono riparare, il software non è più supportato o i materiali incorporati nei dispositivi non sono recuperati.

Da sempre convinti che un’azienda sia in grado di creare valore economico nel pieno rispetto dell’ambiente, coniugando ecologia e tecnologia, Sapi ha deciso di mettere a frutto la propria esperienza nella rigenerazione dei consumabili anche sul comparto hardware.

Grazie a questo lavoro possiamo prolungare la vita di parchi macchine già esistenti o rimettere sul mercato dei prodotti altrimenti destinati allo smaltimento.

Il nostro obiettivo è quello di completare il nostro business model andando ad aggiungere alla gamma di prodotti già in commercio la parte hardware cercando in questo modo di diventare un fornitore di una soluzione totale e quindi una reale alternativa ai produttori originali.

Prima di immettere una stampante o una multifunzione ri-costruita sul mercato dedichiamo lunghi periodi di tempo alla ricerca dei materiali migliori e alle procedure per riportare ad una condizione pari al nuovo i prodotti che ritiriamo.

Una volta completati i test e stabiliti i passaggi necessari per ri-produrre un prodotto di alta qualità che fornisca performance paragonabili al nuovo, l’hardware recuperato viene avviato alla produzione.

Le fasi di lavorazione

Sapi immette attrezzature ri-prodotte nel mercato, allungando il ciclo di vita di un prodotto altrimenti destinato allo smaltimento grazie al processo di lavoro eseguito dai nostri professionisti specializzati. Facciamo realmente la differenza perché il nostro obiettivo è offrire ai nostri clienti attrezzature rigenerate di alta qualità a prezzi competitivi. Il cliente riceve un prodotto certificato, garantito, sostenibile e dalle prestazioni elevate.

Quali sono gli step del processo di ri-produzione?

1_La stampante arriva presso il reparto dedicato e vengono rilevati i dati
2_Disassemblaggio
3_Rimozione delle etichette e pulizia
4_Processo di sbiancamento plastiche
5_Ispezione e test
6_Pulizia / sostituzione del fusore e del laser
7_Sostituzione delle parti usurate
8_Controllo qualità
9_Imballaggio
Previous
Next
Perchè comprare una stampante rigenerata

Le stampanti ricondizionate garantiscono ottime performances a prezzi inferiori rispetto allo stesso prodotto nuovo. L’utilizzo di una stampante ri-prodotta in abbinata al consumabile rigenerato permette dei risparmi che possono superare il 50% rispetto al prezzo dell’originale. È bene ricordare, tuttavia, che la qualità delle stampanti rigenerate è direttamente correlata al modo in cui opera la società che esegue il processo di rigenerazione. La rigenerazione richiede manodopera, competenze e tecnologie, nonché garanzia di qualità e affidabilità.

Molti sostengono che le stampanti ricondizionate non siano più eco-sostenibili di quelle nuove perchè le stampanti più recenti utilizzano meno energia per funzionare. Ciò non corrisponde al vero, in quanto è necessaria molta più energia e materie prime per costruirle oltre al costo economico ed ambientale dello smaltimento della vecchia stampante.

Guarda il video

Abbiamo provato a raccontare in un video come avviene in Sapi la ri-costruzione di una stampante multifunzione: la qualità del processo è la chiave per un prodotto di successo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere offerte riservate e news sul mondo stampa e ambiente!